Confrontare l’Italia con gli altri paesi OCSE

oecd.orgL’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), conosciuta, in inglese, con l’acronimo OECD che sta per Organisation for Economic Co-operation and Development,  è un’organizzazione internazionale, istituita nel 1960, il cui compito principale consiste nell’agevolare il raggiungimento dei più alti livelli di crescita economica, l’espansione dell´occupazione e il miglioramento delle condizioni di vita della popolazione. Lo scopo è quello di contribuire allo sviluppo economico, non solo dei paesi membri, rivestendo un ruolo politico e scientifico per favorire l’integrazione dei mercati e il raggiungimento di prospettive economiche e sociali condivise.

Attualmente ne fanno parte 34 Stati tra cui 21 paesi membri dell’Unione europea: Germania, Austria, Belgio, Danimarca, Spagna, Estonia, Finlandia, Fancia, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Olanda, Polonia, Portogallo, Slovacchia, Repubblica Ceca, UK, Slovenia e Svezia.

L’OCSE persegue i suoi obiettivi attraverso strumenti ed attività di varia natura, quali ad esempio la raccolta, l’analisi e l’armonizzazione di dati, l’elaborazione di studi nazionali e comparativi su tematiche economiche, finanziarie, sociali, nonché di governance, sviluppo sostenibile, cooperazione ed innovazione.

Il materiale pubblicato sul sito dell’OSCE è molto interessante ma disponibile principalmente in inglese e francese. Non troverete nessun documento in italiano a meno di casi particolari in cui viene analizzata la situazione dell’Italia.

Al di là dei documenti e dei dati, delle analisi e delle osservazioni che si possono trovare nel sito, vi è uno strumento, di facile utilizzo, che risulta veramente interessante per il Cosmopolita Curioso. Si tratta della possibilità di confrontare i paesi europei in materia di istruzione, sanità, aspetti sociali ma non solo. Questo strumento (disponibile in quattro lingue: inglese, francese, spagnolo e tedesco) permette di visualizzare le statistiche OSCE confrontando i dati del proprio paese (io di seguito ho indicato l’Italia) con quelli degli altri Stati membri e, nello specifico, degli altri 20 paesi membri dell’Unione europea che ne fanno parte.

Le materie di confronto sono molte.

  • Agricoltura
  • Istruzione
  • Povertà ed ineguaglianze
  • Qualità della vita
  • Sviluppo
  • Salute
  • Impiego
  • Ambiente
  • Scambi
  • Regolamentazione
  • Settore pubblico
  • Fiscalità
  • Pensioni

 

 

Vi consiglio di consultare il “Better Life Index” alla voce Quality of Life dove avete la possibilità di creare il vostro personale indice di qualità della vita e scoprire, in questo modo, il paese che più vi si addice!

Lascia un commento

Protected by Copyscape

Questo sito utilizza dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzaione degli annunci e l'analisi del traffico. Continuando a navigare in questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi