5 aprile 2014 – Al via l’Assistenza Sanitaria Transfrontaliera

Il 5 aprile 2014 entra in vigore il Decreto Legislativo 4 marzo 2014 n.38 (GU n.67 del 21-3-2014) di attuazione della Direttiva del Parlamento Europeo e del Consiglio del 9 marzo 2011 concernente l’applicazione dei diritti dei pazienti relativi all’assistenza sanitaria transfrontaliera.

La direttiva mira a “istituire norme volte ad agevolare l’accesso a un’assistenza sanitaria transfrontaliera sicura e di qualità nell’Unione Europea e a garantire la mobilità dei pazienti conformemente ai principi sanciti dalla giurisprudenza della Corte di giustizia e a promuovere la cooperazione tra gli Stati membri riguardanti la definizione delle prestazioni sociali di carattere sanitario, l’organizzazione e la prestazione di cure sanitarie, dell’assistenza medica e delle prestazioni di sicurezza sociale, in particolare di quelle per malattia”

Il provvedimento del governo, il cui contenuto è ancora tutto da sviluppare, si base su tre premesse principali:

  1. la possibilità di accedere solo alle cure che sono inserite nei Livelli Essenziali di Assistenza Sanitaria (LEA) che sono le prestazioni e i servizi che il Servizio sanitario nazionale è tenuto a garantire a tutti i cittadini, gratuitamente o in compartecipazione, grazie alle risorse raccolte attraverso il sistema fiscale. Questo possibilità è ammessa ad esclusione di deroghe regionali;
  2. la possibilità di ricevere solo un rimborso indiretto, dopo aver pagato di tasca propria; (come è previsto per esempio nel sistema sanitario francese);
  3. l’obbligatorietà del rimborso limitata all’assistenza erogata nell’ambito del Ssn.

Restano comunque escluse dal campo di applicazione della direttiva tre categorie: i servizi assistenziali di lunga durata, i trapianti d’organo e i programmi pubblici di vaccinazione.

Ci si augura che il Punto di contatto nazionale previsto dal decreto presso il Ministero della salute sia istituito e attivo nei tempi più brevi poiché esso avrà il compito importantissimo di offrire un’informazione chiara, trasparente e accessibile a tutti i pazienti circa i loro diritti. Il Punto di contatto nazionale dovrà fornire informazioni relative ai prestatori di assistenza sanitaria, ivi comprese quelle sul diritto a fornire prestazioni specifiche o su eventuali restrizioni; agli standard di qualità e sicurezza definiti dallo Stato membro di cura, ivi comprese le disposizione sulla vigilanza e sulla valutazione dei prestatori di assistenza sanitaria; all’ accessibilità agli ospedali per i disabili; alle condizioni di rimborso dei costi; alle fatture e prezzi trasparenti, visione chiara dell’autorizzazione e iscrizione dei prestatori e la loro copertura assicurativa; alle procedure di denuncia e i meccanismi di tutela e, last but not least, alle possibilità amministrative e giuridiche disponibili per risolvere le controversie anche in caso di danni derivanti dall’assistenza sanitaria.

Si auspica, inoltre, che sia realizzata un’ampia campagna informativa rivolta a tutti i cittadini e che la burocrazia italiana ancora una volta non intervenga per mettere un freno alla mobilità europea in questo nuovo settore.

_____

Dal 5 aprile 2014 è attivo il Punto di Contatto Nazionale che fornisce ampie informazioni sull’assistenza transfrontaliera. Visitate l’area dedicata nel sito del Ministero della Salute.

National Contact Point- Italy

Di seguito l’opuscolo a cura del Ministero della Salute scaricabile dal sito www.salute.gov.it
Cure nell’Unione Europea – L’assistenza transfrontaliera e i diritti del paziente – 3 marzo 2014
C_17_opuscoliPoster_212_foto

Lascia un commento

Protected by Copyscape

Questo sito utilizza dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzaione degli annunci e l'analisi del traffico. Continuando a navigare in questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi